EDIZIONI 2013-2016

pubblico2013 – PRIMA EDIZIONE. TEMA LIBERO

Edizione pilota del concorso, unica a carattere regionale (Puglia). Le successive edizioni sono tutte a carattere nazionale. La corrente edizione, la quarta, si arricchisce con una sezione internazionale aperta alle scuole superiori d’Europa.

Vincitori:

Primo posto: Sara Ventruti, Liceo Scientifico di Manduria (TA)

Tweet: “-Perché non sai scrivere saggi? -Non capisco le parole. -E come fai a scrivere racconti? -Le parole capiscono me”

Secondo posto: Claudia Granaldi, Liceo Classico di Gioia del Colle (BA)

Tweet: “Praeteritum tempus meminisse, vivere il presente, waiting for the future”

Terzo posto: Tommaso Marvulli, Liceo Scientifico di Altamura

Tweet: “C’è un matto per casa. Scappo, urlo e mi dimeno. Solo, mi nascondo e cerco di liberarmene, ma non posso nulla. Quel matto son io”

locandina-guerra-e-pace-twitter

Locandina realizzata da Michele Tesoro

2015 – SECONDA EDIZIONE. TEMA: “GUERRA E PACE”

Il concorso, in coerenza con il tema scelto per la Settimana Internazionale dei Giovani nell’anno 2015, a cento anni esatti dall’entrata in guerra dell’Italia nel primo conflitto mondiale, ha proposto ai partecipanti una libera riflessione sui temi della guerra e della pace.

Vincitori:

Primo posto: Costantinos Spathis, classe IV C, Istituto di Istruzione Superiore “F. Bisazza” – Messina (ME)
Tweet: “Il mercante di sangue e armi guarda il figlio, guancia di rosa, che gioca. Triste ossimoro: guerra e pace intrecciati in una famiglia”.

Secondo posto: Emanuele Serra, classe III C, Istituto di Istruzione Superiore “P. Colonna” – Liceo Artistico – Galatina (LE)

Tweet: La guerra divide, la guerra unisce: se tacciono le bombe sento, a breve distanza, nel cuore del mio nemico, la mia stessa paura”.

Terzo posto ex aequo: Giuliana Grimaldi (classe IV G) e Angela Lomurno (classe III I) – Liceo Scientifico “Federico II di Svevia” – Altamura

Tweet Giuliana Grimaldi: “Guerra e pace, due antiche antinomie che si rincorrono sulla linea del tempo”.
Tweet Angela Lomurno: “Il colpo è partito, la trincea abbattuta, si affrettano ombre senza nome. Non resta più nulla, solo il rumore del vento”

locandina-migranti-twitter

Locandina realizzata dalla prof.ssa Maddalena Modugno

2016 – TERZA EDIZIONE. TEMA: “MIGRANTI”

Il tema scelto per i Tweet da inviare al concorso è “Migranti”. Lo spunto di riflessione, nella sua estrema concisione, in perfetto stile Twitter, apre lo spazio ad infinite possibilità, tutte da costruire attraverso la parola. Una parola ricca, evocativa, pregnante ma nel contempo essenziale, resa fino alle estreme possibilità consentite dall’ideale retorico della brevitas, potenziato come non mai dall’estrema versatilità del mezzo moderno, Twitter. “Migranti”. Parola secca, lapidaria, quasi un’epigrafe, ma anche una chiave che apre un mondo davanti a sé. Spalanca i suoi orizzonti sul dolore dei profughi che abbandonano la propria terra, sulle loro speranze che a volte rimangono intrappolate per sempre sui fondali del mare. A volte, però, la parola “migranti” può evocare la realizzazione di un sogno, l’inizio di una vita migliore. È stato così, ad esempio, per molti nostri connazionali che in anni lontani hanno ricostruito le proprie vite lontano da casa, in America oppure altrove. Lo è tuttora per chi riesce a portare a termine il viaggio e giunge da noi per dare inizio ad una nuova vita, spesso non facile da costruire per colpa della paura e del pregiudizio. E infine, il termine “migranti” può far venire in mente anche la “fuga dei cervelli”, che spesso riguarda anche i nostri giovani, le nostre intelligenze costrette a migrare dalla mancanza di possibilità di lavoro nel nostro paese. “Migranti”, viaggiatori non per piacere e per voglia di scoprire ma per necessità. Una dimensione, se vogliamo, che si addice all’uomo di tutte le epoche.

rossano

Angelo Rossano, caporedattore del Corriere del Mezzogiorno

Vincitori:

Primo posto: Virginia Prontera, IISS P. Colonna – Liceo Artistico – Galatina (Lecce), classe 4 C

Tweet: “La barca sussulta; il mio cuore migrante spera di approdare sull’irraggiungibile sponda; ma Itaca è lontana e l’onda non si placa”

Secondo posto: Cristina Santese, Liceo Scientifico “G. Battaglini” (Taranto), classe 5C

Tweet: “Akil è felice in Italia; sua moglie Paola ha dato alla luce 2 bimbi. Ma dopo 25 anni non riesce a lavar via il sale dal cuore”

sabina

Un momento della premiazione 2016

Terzo posto ex aequo: Francesca Capone, Liceo Scientifico “G. Tarantino” (Gravina in Puglia), classe 1A; Nicola Tota, Liceo Scientifico “Federico II”, Altamura, classe 1I

Tweet Capone: “Il barcone in balia del mare. La chiglia aggredita dalle onde. Il vento ulula un canto di morte. Nel buio occhi vivi di speranza”

Tweet Tota: “Candele accese paiono raggiungere la salvezza. Ma il vento e il mare le spengono e il loro profumo ancora si sente”

lidia

Un momento della premiazione 2016

Annunci